Utenti disabili testano i siti

Postato il
Newbrigand
No Comments

un team di disabili viene chiamato in causa da Usability Exchange per testare i siti e fare in modo che siano accessibili a tutti.
L’idea è venuta a Stefan Haselwimmer, il quale rendendosi conto di quante pochi siti effettuano un test reale di accessibilità perchè in difficoltà nel momento trovare chi possa testare i siti per loro o come condurre il test.
Allo stesso tempo il signor Haselwimmer, che conosceva disabili intenzionati a testare effettivamente l’accessibilità di un sito ai diversi tipi di disabilità, ha creato dei test da sottoporre a chi a reali difficoltà ad accedere ad internet.
Naturalmente tutti i tester vengono pagati per il tempo durante il quale lavorano.
La Usability Exchange è nata nell’ambito delle nuove linee guida generate dal British Standards Institution e la Disability Rights Commission per l’accessibilità dei siti, poichè da una ricerca del 2004 era risultato che testando i siti solo con il solo software lasciava un 45% di problemi agli utenti disabili.
Anche se il discorso si può ampliare notevolmente, questo è un segnale importante affinchè si porti avanti una lotta contro le barriere digitali.